Bilancio Sociale: le azioni intraprese dal Comitato Regionale per affrontare la pandemia

1335

Raramente, come in questi ultimi mesi, la tenuta del sistema calcio dilettantistico è stata messa a dura prova: società basate sul volontariato e sulla passione, che hanno dovuto e dovranno ancora affrontare grandi difficoltà, ma che comunque non interrompono il loro incedere verso il raggiungimento di obiettivi e il consolidamento dei valori che caratterizzano il nostro sport.

Per far fronte alle spese che le società hanno sostenuto per adeguarsi alle misure richieste per riprendere l’attività in sicurezza – dichiara il Presidente Mossino- la LND ed il Comitato Regionale hanno ufficializzato ad inizio stagione una serie di agevolazioni economiche riguardanti i costi fissi per gli oneri di iscrizione alla nuova stagione 2020-2021 che hanno certamente fornito un immediato sollievo alle Affiliate.

Le preoccupanti attese e le pessimistiche proiezioni sulla ripresa delle attività agonistiche della nuova stagione, dopo il buio periodo del lockdown, prosegue Mossino, sono state sgombrate sin da subito dai dati registrati sulle pre-iscrizioni ai vari Campionati e Tornei 2020/2021, merito anche dei provvedimenti di intervento assunti a sostegno delle Associate.

A campionati avviati, dopo la decisione assunta di sospendere il pagamento della seconda rata di iscrizione prevista a novembre per tutte le Società ed Associazioni Sportive, il Consiglio Regionale ha deliberato di prevedere una gestione prudenziale per la stagione in corso, ma, al contempo, ha deliberato la ripartizione a tutti i Gruppi Associativi di contributi a fondo perduto.

In buona sostanza le attività amministrative volte alla ottimizzazione delle risorse hanno permesso al Comitato Regionale di intervenire già nel mese di luglio con contribuzioni pari a 211.000,00 euro a cui si aggiungono gli attuali 221.521,36 euro per un importo complessivo di 432,521,36 euro, che sommati alle misure di sostegno stabilite a suo tempo dalla LND per euro 437.600,00 determinano contributi alle Società piemontesi e valdostane per un valore ad oggi di 870.121,36 euro.

Occorre rilevare che alle misure citate è stata anche prevista la gratuità delle tasse tornei ed amichevoli a decorrere da luglio e fino a dicembre 2020, con restituzione degli importi già versati dalle Società; non per ultimo va rilevata la gratuità per la partecipazione alle Coppe Regionali, anche qui con restituzione degli importi corrisposti all’atto dell’iscrizione a queste competizioni.

FIGC LND Piemonte Valle D’Aosta ha implementato l’attività di servizio verso le sue Associate perfezionando il proprio ruolo nel far fronte alle sue responsabilità, per garantire ogni forma di tutela alle affiliate e per fornire al calcio dilettantistico subalpino tutte le attenzioni necessarie per la sua sopravvivenza e per il suo sviluppo.

Tale attività si è configurata nel fornire concretamente assistenza burocratica alle società per la richiesta dei contributi emergenza COVID e attraverso il sostegno proattivo in merito alla partecipazione a bandi per contributi a fondo perduto, assicurando la necessaria attività di sostegno in relazione all’adeguamento delle iscrizioni al Registro Nazionale del C.O.N.I..

Oltre 400 A.S.D. non erano in regola con tale adempimento e con un costante collegamento operativo con le sedi centrali e le piattaforme telematiche è stato possibile garantire a tutte le affiliate la regolare presenza nel Registro C.O.N.I., indispensabile per poter accedere ai bandi di sostegno e salvaguardia previsti dal Governo e dagli Enti territoriali nazionali e locali in occasione della pandemia.

Ringrazio quindi le Delegazioni Provinciali/Distrettuali che hanno fornito, attraverso i rispettivi Delegati, le figure dirigenziali preposte ed il personale distaccato presso le sedi periferiche, l’assistenza necessaria alle associate del proprio territorio, testimoniando la loro persistente e incessante collaborazione operativa e la vicinanza verso i gruppi associativi insiti nella loro giurisdizione.