Un traguardo ambito ed un’opportunità per il futuro: il Comitato Regionale annuncia la pubblicazione del primo Bilancio Sociale

986

Il Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta è orgoglioso di presentare il primo bilancio sociale relativo al quadriennio 2016-2020: non soltanto una fotografia statica dell’attività svolta a supporto delle società piemontesi e valdostane quale doveroso atto di rendicontazione, ma un utile documento che possa essere di supporto a tutte le affiliate al fine di trarne spunti per programmare il prossimo futuro, perché oggi, più di ieri, programmare il domani rappresenta una sfida complicata.

Nelle prossime settimane il Comitato provvederà a fornire i principali contenuti che compongono il documento integrale che verrà presentato ufficialmente il giorno 21 dicembre p.v.

Un traguardo ambito ma allo stesso tempo una grande opportunità per il futuro, la definizione che il Presidente Christian Mossino fornirebbe a tutti coloro che dovessero richiedere informazioni su questo ambizioso report. Un documento che abbiamo fortemente voluto redigere al termine di questo quadriennio, un quadro complessivo della gestione amministrativa ed operativa del Comitato, abbiamo voluto intraprendere un processo di analisi e confronto tra il sistema di valori standard di riferimento e l’impatto sociale sull’ambiente in cui il Comitato Regionale opera quotidianamente.

Il particolare momento storico che questa pandemia ci sta facendo attraversare impone alle istituzioni, per dovere ma soprattutto per senso civico, di mettere in atto tutte le possibili forme di supporto agli stakeholder che gravitano attorno al mondo sportivo, perché questa importante e fondamentale macchina sociale possa ripartire e ritornare ad essere l’emotività pulsante che anima la società italiana.

Questa pubblicazione non è rivolta soltanto a tutti gli stakeholder diretti del Comitato Regionale, ma anche a coloro che non conoscono il sistema calcistico, affinché si crei cultura sportiva attraverso la conoscenza di tutta l’attività che viene svolta a beneficio della crescita etica degli atleti tesserati, della formazione tecnica e manageriale di tecnici e dirigenti e dell’utilità sociale per la collettività.

GOVERNANCE DI PROCESSO

La governance di processo, è stata identificata in cinque gruppi di lavoro che sono stati costituiti e che hanno collaborato tra di loro e con le componenti del Comitato Regionale di volta in volta coinvolti:

1) il Comitato strategico, che ha governato il processo di “rendicontazione sociale” definendo le linee guida per il conseguimento dell’obiettivo;

2) il Comitato per la valutazione di impatto sociale (di nuova istituzione e sperimentazione e a completamento e valorizzazione della governance di processo in ottica di evoluzione e innovazione del Metodo Piemonte), che ha sperimentato un percorso di acquisizione di informazioni quantificabili e qualificabili volte a governare il cambiamento in un’ottica di Corporate Social Responsability;

3) Il Comitato scientifico di indirizzo, che ha definito i riferimenti metodologici di redazione ed ha supervisionato l’intero processo;

4) il Gruppo di lavoro di applicazione metodologica ed operativa, che ha curato la gestione operativa del Bilancio Sociale, secondo le metodologie e le tempistiche individuate nel cronoprogramma ed in coordinamento e collaborazione con tutte le strutture interne del Comitato Regionale;

5) L’Organo di validazione professionale, che è occupato della verifica di processo di realizzazione del Bilancio Sociale finalizzata al rilascio di un giudizio di conformità procedurale del documento rispetto ai principi della Rendicontazione Sociale adottati dal Comitato Regionale.

Prosegue quindi il percorso di crescita del Comitato Regionale, che non si limita a coordinare la gestione ordinaria dell’attività sportiva, ma persegue il fine ultimo di sostegno e supporto al percorso di formazione delle proprie Affiliate, attraverso la realizzazione di un progetto di comunicazione integrato e strutturato che ha permesso di implementare l’interazione con la nostra utenza.