Tempistiche visite mediche post Covid-19: il Presidente Mossino sensibilizza la Regione Piemonte

1798

E’ stata inviata nella giornata di lunedì 7 febbraio u.s., una missiva diretta al Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e all’Assessore alla Sanità piemontese Luigi Icardi da parte del Presidente Christian Mossino, volta a sensibilizzare le istituzioni sulle problematiche connesse alle tempistiche di svolgimento delle visite mediche per il rilascio dell’idoneità agonistica al gioco del calcio, da parte delle ASL operanti sul territorio regionale, per gli atleti che fuoriescono dalla positività del virus Covid-19.

“Dai protocolli sanitari vigenti” – si legge nella comunicazione inoltrata – “si evince che è obbligatorio per gli atleti/e che fuoriescono dalla positività del virus COVID – 19 effettuare nuovamente i previsti accertamenti per ottenere la suddetta idoneità, ma dalle informazioni in possesso del Comitato Regionale risulterebbe che la visita per i calciatori/calciatrici richiedenti vengono calendarizzate con lunghe tempistiche, non permettendo così alle Società ed Associazioni Sportive Dilettantistiche del territorio e soprattutto agli atleti/e di poter riprendere regolarmente le attività agonistiche.”

Queste tempistiche – commenta il Presidente Mossino – non consentono alle società affiliate di reintegrare le rose dei giocatori in tempo utile per affrontare le competizioni in calendario arrivando, in alcuni casi limite, al ritiro della squadra stessa dal campionato in corso.

L’auspicio del Comitato Regionale è che quanto comunicato porti ad una sensibilizzazione degli Istituti Medici regionali da parte delle istituzioni, in modo da consentire una normalizzazione dei tempi di effettuazione delle visite mediche utili al rilascio della certificazione in argomento.