FINALE COPPA PIEMONTE V. AOSTA – Resoconto della serata

91

La Coppa Piemonte di Seconda e Terza Categoria di Vercelli giunge al termine e a fare festa è il Tridinum 2016 grazie al 4-2 maturato allo scadere dei novanta minuti di gioco.
La gara, agonisticamente parlando, è stata fantastica, ma ciò che ha colpito maggiormente il Delegato di Vercelli, Piero Pulcina, è stata la correttezza ed il fair-play dimostrato dai tesserati di entrambe le formazioni.

Livorno F. Calcio 1926

Gli spalti sono colmi ed entrambe le formazioni hanno molti sostenitori, tra le personalità presenti spicca il Sindaco di Trino, Daniele Pane. La tensione è alle stelle. Fischio iniziale. Si parte. A segnare la prima rete è Castagnone (Tridinum 2016) al 14° minuto di gioco, ma il Livorno non si abbatte e mantiene alti i ritmi di gioco riuscendo, grazie a Maida, a raggiungere un pareggio, prima di rientrare negli spogliatoio per l’intervallo, esattamente al 29° minuto.

Durante l’intervallo tra primo e secondo tempo il Delegato, Piero Pulcina ed il Vice Presidente del Comitato Regionale, Gianni Baldin, hanno colto l’occasione per premiare i ragazzi della squadra di categoria Giovanissimi Under 14 della Società Crescentinese per essersi qualificati primi nel Torneo Provinciale organizzato dalla Delegazione di Vercelli.

Premiazione Giovanissimi U14 Crescentinese

L’incontro tra Tridinum e Livorno ricomincia e l’incitamento ricevuto negli spogliatoio dagli allenatori da i suoi frutti, difatti Castagnone, in rapida successione, firma due fantastiche reti, di cui una su punizione, portando il risultato a 3-1.
Il Livorno non si da per vinto e tenta di recuperare il divario, ma incappa in un contropiede che sfocia nel quarto gol a favore del Tridinum firmato da La Loggia all’81’.
Dopo aver segnato la quarta rete, il Tridinum abbassa la guardia e Spinello colpisce con uno spettacolare gol sotto il sette. Il triplice fischio determina la fine di questa splendida competizione che si chiude sul risultato di 4-2 per il Tridinum.

Un sentito ringraziamento va alla Società Crescentinese per aver messo a disposizione l’impianto sportivo e per la disponibilità dimostrata.