COPPA ITALIA ECCELLENZA Trionfo Chisola, rimpianto Baveno

635

Il Chisola è sul tetto del Piemonte Valle d’Aosta. Al termine di 120 combattutissimi minuti di una partita vibrante e corretta, la squadra di Fabio Nisticò festeggia la sua prima Coppa Italia di Eccellenza; per il Baveno invece la finale si trasforma per la terza volta nella sua storia in un’occasione di rimpianto, che va ad aggiungersi alle finali perse in passato contro Pro Settimo Eureka e Pro Dronero.

La gara è stata decisa da una zampata del centravanti vinovese Rizq, abile a sfruttare un’indecisione della difesa borromaica quando ormai lo spettro dei rigori aleggiava imponente sulla fredda notte di Novarello, riscaldata da un pubblico partecipe e numeroso.

La partita inizia con il botto: gol di Germinario per il Chisola dopo appena 5’, subito impattato dal gol di Salzano, lesto a ribadire in rete dopo la respinta di Marcaccini sul suo stesso rigore, concesso dall’ottimo arbitro Munfuletto di Bra. Dopo i due gol iniziali la gara prosegue vivace con occasioni da entrambe le parti, la più clamorosa sul piede di Salzano nella ripresa, con la sfera che colpisce la traversa. Ai supplementari il guizzo decisivo di Rizq chiude una bella partita.

Per il Chisola ora si aprono le porte della fase nazionale, dove nel triangolare iniziale la squadra allenata da Fabio Nisticò affronterà Sestri Levante e Casatese, rispettivamente campioni in Liguria e Lombardia. Le gare sono programmate per mercoledì 26 febbraio, 4 marzo e 11 marzo, ancora da sorteggiare il primo incontro.

CHISOLA CALCIO-CITTÀ DI BAVENO        2-1 d.t.s. (1-1)
MARCATORI: pt 5′ Germinario (C), 9′ Salzano (B); sts 10′ Rizq (C).
CHISOLA CALCIO (3-4-1-2): Marcaccini; Cristiano (8′ pts Menon), Russo, Degrassi; Dagasso, Ba (5′ sts Pairetto), Tuninetti (9′ sts Santos), Ahmed (20′ st Garcetti); Germinario; Rizq (14′ sts De Mitri), Costantin (37′ st Capocelli). All. Nisticò.
CITTÀ DI BAVENO (4-4-2): Boatto; Eliseo, Salice, Stanglini (14′ sts Di Leva), Ramalho; Romano, Prandini (8′ pts Marchionini), Gjonaj (5′ sts Motetta), Preiata (30′ st Merio); Salzano, Beretta. All. Molle.
ARBITRO: Munfuletto di Bra (Galasso di Torino e Songia di Bra).
NOTE: Marcaccini respinge un rigore a Salzano (9’ pt). Ammoniti Romano, Prandini, Ramalho, Stanglini e Eliseo (B), Ba e Capoccelli (C).