Coppa Italia di Eccellenza e Promozione: preferito il criterio di viciniorità per lo sviluppo di tutte le fasi

2285

Il Presidente Mauro Foschia ha appena concluso due incontri in videoconferenza con le Società di Eccellenza e Promozione durante i quali si è confrontato con i Presidenti dei Sodalizi interessati in merito all’esperienza del nuovo format della Coppa Italia nella stagione appena terminata.

Dopo un sereno e costruttivo confronto le Società hanno manifestato in larga maggioranza la volontà di ritornare alla vecchia articolazione delle varie fasi che prevede il sistema degli abbinamenti con criterio di viciniorità, al fine di garantire soprattutto ad inizio attività trasferte limitate e maggiori incassi nel caso di derby tra squadre limitrofe.

Le Società convenute hanno apprezzato la continua interlocuzione con il Comitato Regionale nelle scelte riguardanti la gestione delle attività agonistiche, quale metodo proficuo per la corretta individuazione di sistemi e metodi di intervento che tengono strettamente conto delle esigenze e dei suggerimenti provenienti dalla base del sistema calcistico piemontese e valdostano.

Venerdì 22 luglio p.v. il Consiglio Direttivo regionale prenderà atto delle indicazioni provenienti dalle Società di Eccellenza e Promozione e assumerà le deliberazioni competenti.