Consiglio Federale FIGC: approvati gli stanziamenti per il calcio giovanile

2478

Il Consiglio federale della FIGC ha approvato un altro stanziamento in favore delle componenti federali per fronteggiare la crisi economica generata dalla diffusione del Covid-19. La proposta del Presidente Gravina è stata votata all’unanimità e prevede la distribuzione di un totale di 6,5 milioni di euro da impiegare per il sostegno e la promozione del calcio giovanile, così suddivisi: 2 milioni per i Club di Lega B, 2 milioni per quelli di Lega Pro e 2 milioni per quelli dilettantistici, cui si aggiungono 500 mila euro per le Società di puro settore giovanile. Il Presidente federale, inoltre, ha preso delega per valutare anche un intervento di 1 milione di euro diretto a favorire il tesseramento femminile.

Questo sostegno si somma a quello già erogato con l’istituzione del Fondo Salva Calcio durante il primo lockdown pari a 21,7 milioni di euro, cui si aggiungono altri contributi pari a quasi 5 milioni di euro. L’acuirsi della crisi economica e il perdurare di gravi situazioni di disagio hanno imposto, quindi, un ulteriore intervento federale, reso possibile solo dalla gestione oculata e dalla buona capacità finanziaria della FIGC.

Il Presidente federale ha poi relazionato il Consiglio sulle interlocuzioni intrattenute col Ministro per lo Sport per la ripartenza del campionato di Eccellenza, subordinata comunque all’adozione di un protocollo sanitario ad hoc, e ad una decisione nel merito della Lega Nazionale Dilettanti.