Che successo per la Festa del Calcio

255

Festa doveva essere e festa è stata! Bellissima, emozionante, vissuta con passione da un pubblico entusiasta come (purtroppo!) quest’anno al Moccagatta non era mai stato possibile vedere. Quasi completamente dissolte le nuvolacce del mattino, anche un clima clemente ha voluto essere partecipe della festa, permettendo alle centinaia di piccoli campioni di sfidarsi in una continua alternanza di partite sul perfetto terreno dello stadio alessandrino.

Nobilitata dalla presenza di molti sindaci della provincia, di alcune delle principali autorità regionali (il presidente Cirio, l’assessore Protopapa), provinciali (il presidente Bussalino, Ravetti), dall’assessora allo Sport del comune di Alesssandria, Oneto, la serata, organizzata dalla delegazione provinciale della FIGC-LND, è stata condotta dai tre “padroni di casa”: il presidente regionale Mauro Foschia, il consigliere regionale Filippo Fava e “anima della manifestazione” il delegato provinciale Marco Giacobone.

Guidato al microfono da Franco Tasca e Stefano Venneri di Radio Gold, il numerosissimo pubblico non ha risparmiato applausi e incitamenti, già fin dal momento della sfilata sul campo di tutte le giovani speranze calcistiche del nostro territorio. Instancabile e sempre presente sui tanti “mini-campi” predisposti per le sfide tra le società partecipanti, il referente provinciale per l’Attività di Base, Vincenzo Avenoso, fondamentale nel coordinare la preparazione e lo svolgimento della serata, anche grazie all’aiuto ricevuto dai dirigenti delle società.

Particolarmente emozionante il momento dell’inno di Mameli, cantato da Nora Garavello (Farinelli Group), con l’accompagnamento alla tromba di Giovanni Orecchia del Conservatorio Vivaldi di Alessandria. Molto atteso il momento delle premiazioni, alla cui cerimonia ha partecipato l’ospite d’onore calcistico della manifestazione, Antonino Asta, ex calciatore e allenatore del Torino, accompagnato dal presidente provinciale dell’AIAC, Mirko Russo. A ricevere il premio per una stagione vincente sono stati i ragazzi dell’Under 14 del Carrosio, dell’Under 15 della Fulvius e dell’Accademia Casale, con i nerostellati che hanno bissato anche con l’Under 16 e, infine, i ragazzi dell’Under 17 dell’Ovadese. Riconoscimenti importanti anche per sei dirigenti che, nel corso degli anni, hanno saputo dare un contributo di spessore alle attività del calcio della nostra provincia: Andrea Cavo del Carrosio, Ernesto Grosso della Gaviese, Alberto Del Conte del Sale, Fabrizio Trocca degli Orti, Giovanni Caligaris del Bistagno Valle Bormida e Lino Arcolite del Monferrato.

Passerella meritata anche per la Rappresentativa Provinciale Under 14 che ha partecipato al Torneo Regionale delle Delegazioni, fallendo solo per un soffio e con parecchia sfortuna le finali. Per loro, per mister Bianchini e per chi li ha accompagnati nel percorso è stata sicuramente un’esperienza indimenticabile.

Ma se la serata ha avuto un esito così pienamente soddisfacente lo si deve anche a tutti coloro che ne hanno sostenuto la realizzazione: Securitydirect (grande Luca Battiloro!), Auto Garden, Banfi, Menabò, Gruppo Amag, For.Al, Tutto Tasporti, Accademia Alessandria Portieri, gli amici valenzani dell’Avis, degli Alpini e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, e per la concessione dello splendido Stadio Moccagatta, l’Amministrazione Comunale (e un grazie particolare a Gianfranco Foco, per la disponibilità!)

Per chiudere: grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso indimenticabile la seconda edizione della Festa Provinciale del Calcio Giovanile!

N.B. Nei prossimi giorni tutte le Società riceveranno l’intera gallery fotografica dell’evento.

Alessandro Trisoglio