Anche le Società di Promozione richiedono la conferma della normativa sull’obbligo di utilizzo dei giovani per la prossima stagione sportiva

1275

E’ appena terminata la riunione in videoconferenza riservata alle Società di Promozione per esaminare la normativa riguardante l’obbligo di utilizzo dei giovani nel prossimo Campionato 2021/2022.

Il Presidente Mossino ha illustrato la normativa di riferimento che allo stato attuale, come da disposizioni della LND, prevede l’obbligo minimo di due giovani di cui un 2001 ed un 2002, in quanto il Consiglio di Lega ha ritenuto di non procedere allo scatto della rituale annualità.

Dopo aver esposto tutte le situazioni che attengono alle facoltà in capo al Consiglio Direttivo del Comitato Regionale di ampliare il numero dei giovani obbligatori nella categoria, le Società intervenute hanno dato vita ad un ampio e sereno confronto e, a larga maggioranza, hanno indicato di voler confermare la normativa attualmente in vigore, chiedendo di rendere ancora obbligatorio l’utilizzo dei tre giovani, nelle annate 2000, 2001 e 2002.

Anche in questo caso, come per l’Eccellenza, spettarà al Consiglio Direttivo del Comitato Regionale esaminare la proposta proveniente dai Gruppi Associativi ed attivare le procedure necessarie all’ottenimento del previsto provvedimento autorizzativo.

Il Presidente Mossino ha, inoltre, affrontato i temi riguardanti il costituendo Campionato Under 18 e relazionato sulla struttura dei Campionati Juniores Regionale e Provinciale, oltre ad alcuni aspetti riferiti alle attività giovanili e precisamente ad eventuali ripescaggi nelle categorie regionali i quali saranno sottoposti ai criteri già normati dal competente Settore Giovanile e Scolastico nazionale.