CONTRIBUTI REGIONALI

372
Si riporta di seguito l’informativa inviataci dell’Assessorato turismo, sport, commercio e trasporti; Ufficio sport – contributi e sponsorizzazioni della Regione Valle d’Aosta per la richiesta dei contributi regionali.
Si ricorda che, in comune accordo con l’ufficio Regionale sopra riportato, il Delegato della Delegazione di Aosta riceverà e firmerà i moduli inerenti alla richiesta dei contributi sino al 26 Luglio 2018, questo per un’agevole organizzazione e consentire la presentazione delle domande entro i limiti prestabiliti.

Nel fare riferimento a quanto disciplinato al Capo II della legge regionale 1° aprile 2004 n. 3 “Nuova disciplina degli interventi a favore dello sport” relativamente alla concessione dei contributi finalizzati al sostegno dell’attività sportiva, con la presente si richiama l’attenzione delle SS.LL. sulle scadenze stabilite per la presentazione delle domande inerenti alle diverse tipologie di contributo, che si riportano di seguito:Ø        contributi ordinari previsti all’articolo 3, comma 1, lettera a) relativi sia agli sport di squadra sia agli sport individuali (ivi compresi i contributi a favore dei rispettivi Comitati regionali): scadenza martedì 31 luglio 2018;

Ø        contributi per l’attività agonistica di rilievo nazionale previsti all’articolo 3, comma 3, lettera a) relativi agli sport di squadra: scadenza domenica 30 settembre 2018 (trattandosi di giorno festivo la data ultima utile per la presentazione delle domande è posticipata a lunedì ottobre 2018);

Ø        borse al merito per l’attività agonistica di rilievo nazionale previste all’articolo 3, comma 3, lettera b) relative agli sport individuali: scadenza domenica 30 settembre 2018 (trattandosi di giorno festivo la data ultima utile per la presentazione delle domande è posticipata a lunedì ottobre 2018);

Ø        contributi a favore dell’attività sportiva degli Enti di Promozione Sportiva (EPS) riconosciuti dal CONI e delle sezioni valdostane del CAI previsti all’articolo 3, comma 1, lettera c): scadenza domenica 30 settembre 2018 (trattandosi di giorno festivo la data ultima utile per la presentazione delle domande è posticipata a lunedì ottobre 2018).

        Per quanto attiene ai contributi speciali previsti all’articolo 8, la cui scadenza di presentazione delle istanze è stabilita 31 gennaio 2019, si conferma che allo stato attuale anche per il triennio 2018/2020 il bilancio regionale non prevede l’assegnazione di alcuna risorsa finanziaria.

Si ricorda che le domande di contributo devono essere redatte unicamente sugli appositi moduli (reperibili, unitamente a tutta la restante documentazione necessaria, sul sito internet dell’Amministrazione regionale www.regione.vda.it – Canali Tematici “Sport – provvidenze ed impianti / Provvidenze per attività sportive / Modulistica”) e devono pervenire, a pena di decadenza, entro le date di scadenza sopra indicate.

L’orario di apertura al pubblico degli uffici è quello di seguito indicato:

DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ DALLE ORE 09,00 ALLE ORE 14,00
(ex Caserma della Guardia di Finanza – Pollein – Loc. Autoporto, 32 – 3° piano)

Si precisa che, nel caso di invio delle istanze a mezzo del servizio postale, farà fede la data riportata sul timbro apposto dall’Ufficio postale addetto al recapito e che pertanto le domande inviate per posta e non pervenute nei termini suddetti non saranno ammesse anche se recanti il timbro postale con data anteriore alla scadenza.

Con l’occasione si ritiene opportuno segnalare inoltre quanto segue:

1.        contributi per l’attività federale ordinaria:a)        si invita a voler porre attenzione a quanto indicato nel documento “Memo 2018”, reperibile anch’esso sul sito internet sopra indicato, in ordine alle operazioni da effettuare preliminarmente alla presentazione delle istanze;

b)        i contributi sono concessi in riferimento all’attività svolta nel periodo compreso tra il 1° luglio 2017 ed il 30 giugno 2018;

c)        le domande dovranno pervenire ai competenti uffici complete di tutta la documentazione prevista; si precisa che, ai fini dell’ammissibilità delle stesse e della determinazione dell’eventuale contributo spettante, non sarà presa in considerazione, per nessun motivo, eventuale ulteriore documentazione che venisse prodotta successivamente alla suindicata scadenza, salvo che non sia stato specificatamente richiesto dall’ufficio regionale a titolo di chiarimento sulla documentazione comunque tempestivamente presentata;

d)        in calce ai diversi moduli di domanda di contributo è previsto che i responsabili regionali delle Federazioni Sportive Nazionali sottoscrivano apposite dichiarazioni, da rendersi ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/200 e dell’art. 31 della L.R. 19/2007; in particolare dovrà essere verificato e attestato che tutta la documentazione allegata alla domanda di contributo sia da intendersi interamente riferita all’attività sportiva federale in quanto compresa nei calendari ufficiali della Federazione Sportiva Nazionale di appartenenza.

2.        contributi per l’attività agonistica di rilievo nazionale (sport di squadra) e per le borse al merito (sport individuali):

a)        le domande di contributo per l’attività agonistica di rilievo nazionale dovranno pervenire complete di tutta la documentazione prevista;

b)        le Società o Associazioni sportive richiedenti dovranno documentare il possesso del vivaio giovanile previsto all’articolo 4 comma 5 della l.r. 3/2004 allegando alle rispettive istanze il modulo di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà appositamente predisposto dagli uffici contenente l’elenco degli atleti di età compresa tra gli 8 e i 16 anni che hanno avuto il primo e unico tesseramento nella società richiedente, ovvero che risultino tesserati nella medesima società da almeno quattro anni consecutivi, debitamente vistato dal responsabile regionale della Federazione Sportiva Nazionale di appartenenza.

Si invitano pertanto i responsabili regionali delle Federazioni a voler sollecitare le Società e Associazioni sportive di rispettiva pertinenza affinché provvedano quanto prima a reperire i moduli necessari e a procedere alla presentazione delle rispettive domande di contributo non appena possibile, evitando di attendere l’approssimarsi delle scadenze sopra ricordate, anche al fine di consentire alle SS.LL. di poter utilmente eseguire le eventuali verifiche ritenute opportune preliminarmente alla sottoscrizione delle dichiarazioni in questione.

3.        contributi per l’attività sportiva svolta dai Comitati regionali degli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti ai fini sportivi dal Coni:

a)        le domande dovranno pervenire ai competenti uffici complete di tutta la documentazione prevista; si precisa che non sarà presa in considerazione per nessun motivo, per la determinazione del contributo spettante, eventuale ulteriore documentazione che venisse prodotta successivamente alla suindicata scadenza, salvo che non sia stato specificatamente richiesto dall’ufficio regionale a titolo di chiarimento sulla documentazione comunque tempestivamente presentata;

b)        verranno ritenute correttamente documentate e conseguentemente ammesse a contributo unicamente le spese giustificate con documentazione fiscalmente corretta, regolarmente quietanzata e corredata di copia dei bonifici e/o estratti conto idonei ad attestarne l’avvenuto pagamento, indicate nelle rispettive dichiarazioni redatte sugli appositi moduli predisposti dagli uffici, che presentino tutte le sottoscrizioni in originale e corredate di copia di un documento di identità in corso di validità del/dei sottoscrittore/i, ricordando, in particolare che:

o        il rilascio di dichiarazioni mendaci, la formazione e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia (art. 76 del DPR n. 445/2000 e art. 39 della l.r. n. 19/2007) per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci e che l’Amministrazione regionale effettuerà controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni rese;

o        qualora dai controlli emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 33 della l.r. 19/2007).

Si precisa infine, in relazione all’entrata in vigore a decorrere dal 1° gennaio 2018 del nuovo Registro Coni 2.0, che il numero di identificazione di ogni Associazione alla nuova piattaforma corrisponde al codice fiscale e che pertanto sui diversi moduli di contributo dovrà essere indicata unicamente la data di iscrizione al suddetto Registro e non anche il numero di iscrizione in quanto soppresso.